Governo Regionale insensibile nei confronti dei propri dipendenti

Come avevo sospettato non ci sono oggi le risorse sufficienti per il rinnovo contrattuale dei Dipendenti e dei Dirigenti della Regione Siciliana in quanto che ve ne sono un poco meno di metà stanziate nel corrente esercizio finanziario ed il resto delle risorse sono allocate nel bilancio 2019, come comunicato ufficialmente nella riunione sindacale con l’Assessore Regionale alla Funzione Pubblica Bernadette Grasso giorno 29/05/2018.
Un governo regionale quindi insensibile nei confronti dei propri dipendenti con i quali si trova a fianco al lavoro negli uffici regionali ogni giorno ci costringe a manifestare giorno 5 giugno dalle ore 9,00 sotto le sedi degli Uffici della Presidenza della Regione Siciliana, sia di Palermo che di Catania, mentre nel contempo tutti i dipendenti dei comparti del pubblico impiego dei Ministeri, delle Regioni e degli Enti Locali, delle Università, dei Tribunali. delle Agenzie Fiscali, INPS, delle Aziende Statali, delle Scuole, delle altre regioni a Statuto Autonomo, circa tre milioni di dipendenti pubblici hanno già preso da tempo gli aumenti e gli arretrati del contratto 2016/2018 e già discutono del prossimo contratto 2019/2021.
Inoltre tutti i comparti del pubblico impiego in Italia hanno avuto rinnovato il contratto giuridico 2006/2009 con avanzamenti di carriera ed il contratto economico 2008/2009 mentre i dipendenti della Regione Siciliana, al contrario, no !
Inoltre tutti i dipendenti pubblici hanno avuto erogata la vacanza Contrattuale 2010 e 2011 con tariffa doppia rispetto a quella erogata alla Regione Siciliana e la v.c. 2012 erogata mentre NOI, al contrario, NO!
Ancora oggi con l’Assessore alla Funzione Pubblica si discute se nelle direttive governative che deve ancora emettere, necessarie per il rinnovo contrattuale e dirette all’ARAN Sicilia, venga prevista qualche forma di perequazione, di risarcimento economico, per quanto abbiamo patito e perso nel corso degli ultimi 12 anni ed ancora oggi si discute se venga prevista una riclassificazione e riqualificazione del comparto e della
Dirigenza e se venga prevista o meno una preintesa come quella firmata ed erogata alla fine del 2017 ai ministeriali per aggiornare gli stipendi almeno entro ottobre 2018 e non dover aspettare maggio 2019, quando ci saranno tutte le risorse occorrenti e sento dire a qualche collega che non capisce i motivi di questa protesta SIT-IN ! Sveglia chi dorme non prende pesci!
Perciò spero che tutti capiscano il nostro disagio e partecipino in massa alla nostra protesta. Grazie per l’attenzione e buona Domenica a tutti.
Marcello Ficile FNA/UGL Palermo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.